Pubblicato da: Galliolus | martedì, 13 maggio 2008

Piccoli scienziati crescono

Con questo articolo inizia un’imprescindibile rubrica — nella quale se volete riverso un po’ di frustrazione. Per chi non lo sapesse, insegno scienze e matematica alle medie.

Le risposte a due verifiche di scienze hanno l’onore della prima mossa. Uno studente di terza racconta in questo modo il viaggio di Darwin:

Il viaggio di Darwin inizia in Gran Bretagna e siamo nel 1831. Darwin appena laureato sale su un brigantino e a quel tempo era normale che un naturalista saliva su un brigantino. Quest’ultimo serviva per fornire nuove carte geografiche. Darwin durante il suo viaggio raccolse numerosi campioni e rimase colpito dal comportamento animale e vegetale delle isole Galapagos, perché era simile a quello inglese.

Quest’altra — stavolta è una ragazza di prima — tenta di spiegare la complessa struttura del DNA:

Nel DNA, acido desossiribononucleico, ci sono delle istruzioni o meglio delle informazioni che però non sono a voce cioè non a parole ma ci sono delle sequenze.

Quando leggo queste cose — tralasciando il primo impulso distruttivo — mi faccio sempre delle domande, perché tutto sommato molte di quelle parole sono effettivamente uscite dalla mia bocca. D’accordo, non in questo modo, non in quest’ordine; ma dovrei fare più attenzione alla distanza tra ciò che io dico e ciò che loro capiscono.

Infine, la grande domanda: perché il brigantino e la sequenza restano così attaccati alla memoria? Perché non resta traccia delle parole importanti, quelle ripetute cento volte?

Annunci

Responses

  1. :-D
    perché brigantino ha un suono magico.
    assomiglia a brigante, per un maschio di quell’età dev’essere oltremodo affascinante.
    chissà, magari ha letto defoe oppure conrad.
    o, ancora, gli è piaciuto tanto master and commander.
    è la voglia di avventura, no?

    perché la parola sequenza, anche lei ha un bel suono e, forse, quella ragazzina è rimasta colpita dal fatto che è un “non detto”, eppure ha un suo valore.

    non so, però il viaggio di darwin l’ho trovato incantevole, soprattutto le espressioni “era normale che un naturalista saliva su un brigantino” e “rimase colpito dal comportamento animale e vegetale” :-)

    magari sono troppo romantica ;-)

  2. a vederla con scarsa fiducia nei giovani quoto alga fino a prima di “magari ha letto…” e per “sequenza” dico che è la prima volta che l’ha sentito :D

  3. tambu, come mai così sfiduciato? ;-)
    dai, almeno robinson crusoe…
    (ammetto che lord jim, da ragazzini, forse noi siamo stati gli ultimi a leggerlo)

  4. mmm, alga, almeno conrad mi sentirei di escluderlo senza alcuna sfiducia nelle giovani generazioni :-)

    galliolus, ma “sequenza” è sicuramente una parola importante. posso sbagliarmi, ma ipotizzo che tu abbia parlato ai tuoi allievi di “informazioni” senza aiutarli abbastanza ad astrarre il concetto dai contesti in cui di solito lo considerano. quindi per un po’ non ti hanno seguito. le parole della verifica sembrano restituire questa perplessità (o in positivo questo stupore).

  5. Alessandro: sì, ovviamente c’era tutto un percorso, dai bit in poi, molte lezioni, riprese ed esercizi. Mi sembrava che avessero capito, ma c’è sempre la sorpresa finale.

    Tambu: hai ragione, i nostri ragazzi non leggono. Non parlo di romanzi: molti non sanno leggere, e non lo dico per modo di dire. Non leggono fumetti, non leggono la Gazzetta dello Sport, non leggono il manuale del telefonino. Questo in media, poi ci sono le eccezioni: ho un’alunna che ha letto Piccole Donne, ma viene picchiata tutti i giorni.

    Alga: con alcune classi ho usato Master & Commander proprio per dare l’idea di cosa fosse andare per mare ai tempi di Darwin. E anche per un altro motivo.

  6. wow.
    sono andata a leggere.
    incantevole :-)

  7. […] quello che — sempre su Google — digita defoe e darwin, e sapere se è soddisfatto da questo. La persona che ha cercato link: http://www.directline.it è probabilmente James Brown che misura la […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: