Pubblicato da: Galliolus | giovedì, 12 giugno 2008

Quando il gioco si fa duro

Un certo Sergio, che non conosco e non ho mai letto, scrive un articolo nel quale racconta le disavventure occorsegli con un certo mobilificio. Sono arrivato al post per puro caso, per un link che ho trovato su uno dei miei blog preferiti. L’articolo era preciso e circostanziato, senza sembrarmi volgare né offensivo: ma forse non ricordo bene, ed ora l’articolo incriminato è stato rimosso. I commenti erano spesso favorevoli, ma non sempre: comunque quasi sempre propositivi, anche quelli contrari e interessati. L’ultimo commento era firmato da un avvocato, ed informava Sergio dell’apertura di una causa per diffamazione, chiedendo 400.000 euri di danni.

Sono tanti soldi. Io lavorerò tutta la vita per un mutuo che ne vale la metà. Quando ho aperto questo blog ho pensato a tante cose, tranne a quella che avrei potuto perderci dei soldi.

Inutile adesso che vi racconti che cosa è successo: nelle poche ore passate da quando ho abbozzato questo articolo sembra che tutti i blogger italiani abbiano preso posizione. Io, ad esempio, ho firmato l’intelligente e pacata lettera di Marco Camisani Calzolari. Volevo anche mettere la bandierina preparata da Felter, ma non ne sono stato capace — anzi, credo di aver capito che WordPress non supporti, ma se qualcuno ci è riuscito mi faccia sapere come ha fatto.

Mi sembra che questa storia abbia una triplice morale. La prima è che se un’azienda non comprende queste dinamiche elementari, può prepararsi a chiudere; magari può prolungare la sua agonia con qualche causa per diffamazione, ma ditemi chi di voi oggi comprerebbe mobili da loro. La seconda è che il cittadino non ha mai avuto questo potere: io non ne sono ancora del tutto consapevole, ma quel poco che ho gustato mi piace troppo per lasciarmelo portare via. La terza è che l’Internèt cambierà il commercio, ma non perché compreremo tutto su Ebay.

Annunci

Responses

  1. visto, commentato e pure firmato.
    ecceccappero, la blogosfera dovrebbe essere terra libera.

    e, detto tra noi, i mobili in questione sono cosìcosì (se uno vuol proprio essere gentile).

    adesso mi vengano pure a chiedere i danni, ché mi rimangono solo le mutande ;-D

  2. […] nel quale ho raggiunto i 95 visitatori grazie alla tempestiva pubblicazione di questo articolo sul caso Mosaico Arredamenti: a proposito, come sarà andata a finire la […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: