Pubblicato da: Galliolus | domenica, 22 febbraio 2009

Il papà di Giovanna [☆☆☆☆]

Per una volta, cedo la parola a LaMiaRegina.

Io non ho niente da aggiungere, se non che:

  • Silvio Orlando finalmente trova un ruolo da attore vero, anziché le solite macchiette;
  • Alba Rohrwacher è matta davvero, oppure è la più grande attrice vivente;
  • Ezio Greggio è l’ennesima scommessa vinta dal buon vecchio Pupi.

Scrivo in ritardo dell’ultima volta che sono stata al cinema. Sapevo che sarebbe stata l’ultima volta per un po’, e quindi volevo andare sul sicuro: ho scelto Pupi Avati, che non mi ha mai deluso.

Il film era uscito da un po’ e ormai lo proiettavano solo in un decadente cinema pegliese, per noi e pochi altri. Il papà di Giovanna: la trama è tosta, poco adatta al nono mese di gravidanza, ma va be’… almeno su questo rischiamo.

Dopo due mesi intensi di decisive novità, cosa rimane de Il papà di Giovanna? In una parola: uno sguardo. Uno sguardo su un delitto che, per quanto orrendo, merita il perdono. Uno sguardo sul tempo dato ad un padre e una madre per imparare ad amare anche la realtà più amara. Uno sguardo sulla guerra, che distrugge ogni cosa, e permette di ricominciare. Uno sguardo sugli attori, sulla bellezza superba di Francesca Neri così come sulla cialtroneria di Ezio Greggio, non diverse da ciò che sono, per nulla “purificate”, ma che trovano il loro posto in questa storia, in cui niente e nessuno è lì per caso.

Margherita


Il papà di Giovanna
di Pupi Avati
con Silvio Orlando, Alba Rohrwacher, Ezio Greggio, Francesca Neri, Serena Grandi
Italia, 2008
104 min

Annunci

Responses

  1. mi appello a papagallio perché si creino le condizioni per portare margherita più spesso al cinema :-)
    non ho visto il film. pupi avati qualche volta mi ha deluso (ad esempio in “una gita scolastica”), ma ha fatto grandi cose sbattendosene sempre di compiacere qualsiasi moda, ideologia o tendenza artistica. e poi ci sa fare con gli attori, sia con i talenti sia con quelli che attori non sono ma possono essere funzionali alla storia da raccontare. ma è stato anche il primo a capire di cosa sarebbe stata capace una come mariangela melato. è un grande.

  2. Il cinema al cinema è ormai un devoto ricordo, tranne casi eccezionali come questo. Lunga vita al DVD! (E speriamo che questo intervento sia il primo di una lunga serie).

    Non ricordo un film brutto di Avati, e neanche mediocre. A proposito della Melato, non ho visto Aiutami a sognare — immagino che tu non ti riferisca all’introvabile Thomas (Gli indemoniati) —. Io l’ho scoperta con Flash Gordon, il più costoso B-movie della storia.

  3. Ale: in effetti Pupi Avati lavora talmente tanto (a dir suo ha smesso di contare i suoi film quando è arrivato a trenta) che avrà pur fatto qualcosa di “così così”. Non mi ricordo “una gita scolastica”, l’ho visto troppo tempo fa… sarei curiosa di rivederlo.

    Galliolus: Una lunga serie mi sembra esagerato, ma devo ammettere che scrivere di ciò che piace con l’idea che qualcuno possa leggere è un esercizio interessante, quindi se ci sarà l’occasione, tempo e modo…

    Contento che mi sono delurkata? ;-)

  4. Margherita: contentissimo, era ora!

  5. neanch’io ho visto quel film introvabile, so solo che è stato pupi avati a scegliere la melato per quella parte. ho sentito raccontare da lui che è successo in modo abbastanza casuale: nonostante avesse già esperienza teatrale la melato era ancora sconosciuta e non riusciva a fare l’attrice a tempo pieno. è arrivata a provare per quella parte sostituendo all’ultimo momento un’amica che era già stata segnalata dal casting e che non poteva andare: una circostanza che avrebbe fatto irritare qualsiasi regista. e pupi avati era in effetti irritato. ma appena la melato ha detto le prime battute della prima scena imparata lì per lì per lì, ha subito cambiato idea…

  6. Sentire Pupi Avati che racconta aneddoti sulla sua carriera è un’esperienza indimenticabile.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: