Pubblicato da: Galliolus | martedì, 30 marzo 2010

Un voto contro la gerontocrazia

In questo giorno di commenti — nel quale come sempre sono tutti vincitori — vorrei porre l’attenzione su un fatto che non mi sembra sia stato notato dagli osservatori più influenti.

Delle tredici regioni chiamate alla urne, nove hanno confermato il Presidente uscente, o almeno il candidato dello stesso schieramento; quattro regioni hanno invece cambiato, tutte e quattro passando dal rosso all’azzurro. I motivi di questi cambiamenti sono certamente diversi, e molti di essi hanno un valore puramente locale: almeno per un fattore, è però possibile fare una considerazione di carattere generale. Non scenderò in particolari, per discrezione nei confronti delle tre gentili signore coinvolte.

I quattro vincitori di ieri hanno in media 46 anni: quella che una volta si chiamava “mezza età” e oggigiorno è talvolta considerata come un’appendice dell’adolescenza. Un’età nella quale si ha un discreto bagaglio di esperienze, ma c’è ancora voglia di sperimentare. Barack Obama ne ha 49, tanto per dire.

I quattro perdenti di ieri hanno in media quasi 65 anni: a quell’età la grande maggioranza degli italiani è già in pensione da un pezzo, e nessuno si azzardi a toccare l’età pensionabile. È un’età nella quale di solito si ha più voglia di giocare con i nipotini che di affrontare grandi progetti.

Curioso che a sfruttare il fattore età sia stata quella parte che viene comunemente considerata conservatrice, guidata da un arzillo 74enne che pochi giorni fa ha definito offensivo ogni ragionamento sulla sua successione. Auguro al Cavaliere di vivere in perfetta salute fino a duecento anni, ma mi piacerebbe che per le elezioni del 2013 ci facesse un pensierino.

Aggiornamento (2011-03-18): Il collegamento qui sopra non funziona più, ma l’intervista a Silvio Berlusconi è ancora disponibile sul sito de La Stampa. Ho provato a cercarla di nuovo sul sito del Popolo della Libertà, ma sembrerebbe che l’archivio delle notizie perda i pezzi via via che passa il tempo. A pensar male si fa peccato, ma a volte ci si indovina: si tratta di una tecnica da Grande Fratello?

Annunci

Responses

  1. eh, piacerebbe anche a me… speriamo.
    non avevo pensato a questa lettura dei risultati del voto. forse hai un po’ ragione. noto anche che, almeno in liguria, si è abbassata l’eta media dei consiglieri. e questo non perché sono stati candidati molti giovani, ma perché i giovani hanno battuto i vecchi nelle preferenze. ne hanno fatto le spese anche campioni di preferenze intoccabili da decenni.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: