Pubblicato da: Galliolus | giovedì, 28 marzo 2013

Il mio saluto al Barone

A conclusione di quella che è stata la miglior annata dell’Italia, da quando siamo stati accolti nell’aristocrazia del Sei Nazioni, vorrei rivolgere il mio saluto — colmo di gratitudine — ad Andrea Lo Cicero, il pilone che dopo 103 partite ha deciso di appendere la maglia azzurra al proverbiale chiodo.

Qualche anno fa — forse si sentiva vecchio già allora — uscì una sua autobiografia, firmata con Paolo Cecinelli. La fulminante introduzione dice più di mille parole di circostanza:

Cinquantacinque punti in testa, di cui ventuno solo a un orecchio. Sei dita rotte. Quattro costole. Un gomito. Spalle lussate a volontà e una clavicola fratturata. Distorsioni varie alle gambe. Un collaterale rotto e una sublussazione del ginocchio. Uscite dal campo per infortunio: nessuna.

Grazie di tutto, Barone!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: