Pubblicato da: Galliolus | domenica, 23 marzo 2014

Trent’anni dopo #2

Oggi si corre la 105ma edizione della Milano–Sanremo. Tra le classiche monumento non è la più dura, ma certamente è la più difficile da pronosticare. Sono sicuro che, alla partenza da Milano, ognuno dei duecento partecipanti — erano trecento quando ero bambino — coltiva la segreta speranza di arrivare primo sul traguardo, che anche quest’anno è posto sul lungomare Italo Calvino. Non è una lotteria, come talvolta si sente dire, perché alla fine vince (quasi) sempre un campione; ma è una corsa che può essere vinta in moltissimi modi, e ciascuno ha un solo modo per vincerla. Come dire che ciascuno ha 199 modi per perderla.

Per esempio, è probabile che uno come Francesco Moser avrebbe potuto vincere solo in discesa. Son giusto trent’anni fa: io ero sul traguardo, ma nel filmato non mi si vede.

P.S.: Per quest’anno io dico Cavendish, soprattutto perché ha superato il suo maestro.

Annunci

Responses

  1. […] me è stato nel magico 1984, domenica 2 settembre. Come ben si sa, la prima domenica di settembre sono impegnato alla Sagra del […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: